The dB's, la leggenda continua.

381

Nel 2009 (diciassette anni dopo l’ultima volta) si era rinnovata la collaborazione tra Peter Holsapple e Chris Stamey ovverosia il cuore pulsante dei grandi e sottovalutati dB’s grazie all’album ‘Here And Now’, dove spiccavano le ospitate di Branford Marsalis, Jon Wurster (Superchunk, Son Volt, Bob Mould, The Mountain Goats), Logan Matheny (Roman Candle, The Rosebuds), Gary Greene (Hootie and the Blowfish, Big Head Todd and the Monsters) e la ex sezione ritmica proprio del dB’s ovverosia Gene Holder e Will Rigby. I dB’s emersero dal North Carolina intorno al 1978 quando Stamey aveva già collaborato a New York con Alex Chilton e Richard Lloyd dei Television. Da avere i primi due lavori i nodali ‘Stands For Decibel’ e ‘Repercussion’. Il power-jangle pop che verrà preso a riferimento, dichiaratamente anche da Yo La Tengo, R.E.M. e Teenage Fanclub.

Ma la grande notizia è che i magnifici moschettieri ad inizio 2012 pubblicheranno un nuovo disco chiamato ‘Falling Off The Sky’ prodotto dalla stessa band con il supporto di Scott Litt e Mitch Easter, che arriverà 25 anni dopo l’ultimo ‘The Sound Of Music’ (quarto della serie). Intanto il nuovo brano ‘Revolution Of The Mind’ (con Ira Kaplan degli Yo La Tengo e Django Haskins degli Old Ceremony) viene lanciato con un video in assoluta pertinenza con il periodo “burrascoso” che il mondo sta vivendo (guarda). Dio sia lodato.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here