Pascal Pinon – Sundur

568

Sono ancora giovanissime e appartengono alla seconda figliata musicale della prolifica (paradossale) Islanda. Le sorelle gemelle Jófríður e Ásthildur Ákadóttir staccano il tagliando del terzo album (ancora una volta sulla preziosa label tedesca) a tre anni dal precedente (notevole) ‘Twosomeness’. Millenovantacinquegiorni durante i quali le loro strade si sono anche separate. La prima direzione Samaris (‘Black Light’) la seconda a studiare (beata lei) ad Amsterdam. Esperienze che hanno certamente inciso sul risultato finale di un album gioiello. Uno di quei piccoligrandi miracoli ai quali ci piace assistere in prima persona. Lanciato dal toccante singolo ‘53‘ il ritorno delle Pascal Pinon è nelle loro parole “… raw and real, minimalistic and a bit melancholic…”. Tutto vero, confermiamo. Poco più di quaranta delicatissimideliziosi minuti, un ricamo fatto con l’anima e il talento. Tra malinconie e paesaggi ultraterreni. Nella speranza che qualcuno abbia messo alla gogna l’oscena etichetta “folktronica”, l’augurio è che ‘Sundur’ possa entrare dalla porta principale… del vostro cuore. (ET)

Morr Music

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here