Oasis: tanti auguri 'Definitely Maybe' (timeline)

686

31 maggio 1993. Alan McGee è a Glasgow, in Vincent Street, dentro il King Tut’s Wah Wah Hut in attesa del concerto di una band mancuniana chiamata Oasis. Sono passati poco più di 20 anni e 70 milioni di copie vendute da quel giorno di primavera scozzese. A quattro anni dallo scioglimento, a metà settembre arriva l’indiscrezione britannica, secondo il Daily Mail infatti ci sarebbe un accordo segreto tra i fratelli Liam e Noel Gallagher per riformare la band. L’offerta prevede due show proprio per celebrare le due decadi di ‘Definitely Maybe’: The brothers have been approached by promoters willing to pay huge sums for them to play two shows to mark  20 years since their debut album. If the gigs happened, they would perform Definitely Maybe from start to finish. Rivedremo gli Oasis il prossimo agosto a Knebworth dove suonarono nel 1996 quando furono venduti 330mila biglietti in pochissimo tempo? Da Parigi 2009 quando i due toccarono il proverbiale “fondo” che portò allo split, si sono alternate voci di riconciliazione sempre smentite sia dai diretti interessati che dai rispettivi portavoce. Nel giugno scorso Liam Gallagher però dichiarava: “I’d do it for nowt, but if someone’s going to drop  a load of f**king money, I’d do it for that too”. Lo scarso successo dei Beady Eye e l’oneroso divorzio da Nicole Appleton (si parla di 500 sterline l’ora da versare al proprio avvocato Fiona Shackleton) sono tra i motivi che secondo il giornale britannico avrebbero o starebbero spingendo Liam ad accettare la proposta di reunion.

20 novembre. Noel Gallagher al Rolling Stone fuga (apparentemente) ogni dubbio riguardo una reunion con l’amato fratellino:

Definitely Maybe will be 20 years old next summer.

That’s correct!

Do you think you’ll do anything to celebrate the anniversary?


Well, there would be the inevitable reissues, I would’ve thought. But are you asking, are the band going to get onstage and have a blast through “Rock ‘n’ Roll Star” somewhere, like the Philippines or something?

Well, you could do it anywhere.


I think I’d rather not, though.

Why not?


I don’t know. We are split up. You’ve heard that, haven’t you? You must’ve heard.

I did hear that, yeah.


Yeah, so, ergo, band splits up, band is no more. There is no band. So, no, I won’t be getting involved, anyway. If there is a reunion, I won’t be in it.

18 dicembre: Il Daily Mail rivela che Noel Gallagher avrebbe rifiutato la somma di 20 milioni di sterline (circa 32 milioni di dollari) per riunirsi agli Oasis e intraprendere un tour mondiale. Tour che aveva già definito le guest: Paul Weller e gli Happy Mondays. “There have been several ­intermediaries from their respective camps working very hard indeed to reach some form of agreement but Noel isn’t budging and a working solution between the brothers simply can’t be found”.

27 febbraio: Per festeggiare i 20 anni di ‘Definitely Maybe’ gli Oasis pubblicano le ristampe dei primi tre album [dunque anche ‘(What’s The Story?) Morning Glory?’ e ‘Be Here Now’]. Il primo e celebrato sarà fuori il 19 maggio e include in regalo: “rare and unseen footage, previously unheard tracks” mentre il 12″ single di ‘Supersonic’ arriverà per il Record Store Day.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here