Mr. Bungle: 20 anni dopo

609

20 anni dopo. I seminali Mr. Bungle (Korn, Limp Bizkit, System of a Down, Deftones… sono solo alcuni degli artisti influenzati dalla geniale trasversalità della band californiana) dopo essere tornati per una serie di date consumate nel febbraio scorso (durante le quali hanno eseguito per intero il primordiale demo del 1986 ‘The Raging Wrath Of The Easter Bunny‘), rilasciano il primo brano da quel lontano 1999, anno di ‘California’. Gli “originali” Mike PattonTrevor Dunn (ad aprile 2019 ricordiamo aver pubblicato per Tzadik il disco ‘Nocturnes’) e Trey Spruance sono affiancati da Scott Ian (Anthrax) e Dave Lombardo hanno scelto la cover degli Exploited ‘USA’ che ci sembra possa davvero calzare a pennello visti i tempi che corrono nel paese americano. Tutti i proventi del brano saranno devoluti al MusiCares COVID-19 Relief Fund. Greg Werckman della Ipecac: “This is a song that resonates and speaks to the country that Ipecac calls home. Over 100,000 US citizens are dead from the pandemic. At the same time protective masks have turned into a political football and no one has a grasp on testing. Racism continues to rear its ugly head. Police brutality spikes, unemployment spikes, depression spikes and ‘our’ ego driven elected officials don’t seem to care. We need to do a better job of looking out for each other. MusiCares looks after all of us in the music community”.05