Michael JACKSON – R.I.P.

615

Ucciso da un attacco cardiaco Michael Jackson. E’ morto a Los Angeles a quasi 51 anni, alla vigilia dell’ennesimo tour mondiale. Jackson era stato ricovera­to d’urgenza all’ospedale Ucla Medical Center di Los Angeles alle 12,21 ora locale (le 21,21 in Italia) a causa di un arresto cardiaco mentre si trovava nella sua casa di Holmby Hills, sulle colline di Los Angeles. Il fratello Ransy ha detto che è crollato all’im­provviso. I paramedici accor­si al suo capezzale hanno ten­tato di soccorrerlo, effettuan­do le procedure per la riani­mazione cardio-polmonare. Ma ogni tentativo per salvar­lo è risultato vano. “Quando l’ambulanza è giunta in ospedale il cuore di Michael Jackson aveva già smesso di battere”, ha spiega­to uno dei soccorritori alle tv. Salvarlo, a quel punto, era un’impresa quasi impossibi­le. “Dopo cinque minuti di ar­resto cardiaco i danni alla cor­teccia cerebrale diventano ir­reversibili”, afferma Marco Pappagallo, neurologo e di­rettore della Pain Clinic del Mount Sinai Hospital di New York. “Se fosse sopravvissu­to, sarebbe rimasto in coma vegetativo”. L’annuncio della sua mor­te ha prodotto un’eco profon­da in un Paese dove Jackson è sotto i riflettori dall’età di cinque anni. Anche le televi­sioni hanno interrotto la pro­grammazione regolare per trasmettere lunghi tributi sul­la sua vita confezionati a tem­po di record. “Per gli Stati Uniti è una notizia molto tri­ste, che lascia tutti scioccati” ha detto lo storico condutto­re della Cnn, Wolf Blitzer. (fonte Corriere della Sera)

3 COMMENTS

  1. rispondo al primo commento:complimenti,queste sono proprie le parole che ti aspetteresti..qui non si tratta di essere fan o meno di michael jackcson,si tratta di essere semplicemente umani..rifletti prima di scrivere..

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here