Massimo Volume @ Traffic Torino Free Festival [Torino, 12/Luglio/2008]

415

Arriva finalmente l’ultima e attesissima serata del Traffic, Festival totalmente gratuito in quel di Torino (per l’ultimo anno in città? Speriamo di no…). Insieme a questa speranza c’è anche quella di far si che l’esibizione dei Massimo Volume, la seconda in tre giorni, non sia solo un fuoco di paglia destinato a spegnersi con la fine della rappresentazione di questa sera. Per competere con i festival stranieri due ore prima dell’inizio dei live un temporale si abbatte su Torino: classico di quest’estate scriteriata. E’ solo la quiete prima della tempesta. Sono ormai le otto precise quando vengono annunciati i Massimo Volume sul palco. Brividi sulla schiena da parte di molti dei presenti. C’è chi non li aveva mai visti eppur idolatrati e chi li aspettava da tempo. Gli applausi del pubblico non si sprecano ma riempiono gli spazi vuoti prima, dopo e durante l’intero concerto, a sottolineare l’importanza di questo gruppo all’interno della scena indipendente italiana. L’apertura è destinata ad ‘Atto Definitivo’, accolta da un boato come quasi tutti gli altri pezzi (per citarne alcuni ‘Seychelles 81’, ‘Dopo Che’, ‘Fuoco Fatuo’, ‘Il Primo Dio’, ‘Qualcosa Sulla Vita’). Nuvole gravide di pioggia si addensano sul folto pubblico del Traffic, che reduce dalla notte punk della sera prima, ringrazia e va avanti come se nulla stesse accadendo. La chiusura, ormai sotto una pioggia simil-tropicale è affidata a ‘Manhattan Di Notte’, dove per fortuna le lacrime di alcuni per aver rivisto i Massimo Volume all’opera si confondono amabilmente con le gocce di pioggia. Hope to see you again, folks! Quel che rimane dopo è Torino di notte.

Andrea Sassano

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here