Johnny Hallyday – RIP

150

Era malato da tempo, colpito da quel terribile male ai polmoni. Scompare a 74 anni Johnny Hallyday (Jean-Philippe Smet) una delle più grandi icone della musica di sempre. Quasi 120 milioni di album venduti lungo una carriera durata oltre 50 anni, “the biggest rock star you’ve never heard of” viene ricordato anche per il suo legame sentimentale con la bellissima Sylvie Vartan. La “golden couple” e un’avventura durata venti anni (15 di matrimonio con un figlio, David, anche lui cantante), poi agli inizi degli anni ’80 è al fianco di Nathalie Baye dalla quale avrà la figlia Laura Smet (di professione attrice), la terza moglie invece è Adeline Blondieau ma il matrimonio dura solo due anni, quindi nel 1996 sposa Laeticia Boudou. Proprio lei è a dare il tristissimo annuncio: “Johnny Hallyday è andato via. Scrivo queste parola senza potervi credere. E tuttavia è proprio così. Il mio uomo non c’è più, ci ha lasciati questa notte così come ha vissuto lungo tutto il corso della sua vita, con coraggio e dignità”.

“The french Elvis” inizia la carriera discografica nel 1960 con il singolo ‘Laisse les filles’. Un successo continuo e una fama sempre maggiore portano Hallyday a diventare ben presto una star assoluta. Il 13 ottobre 1966 a Evreux ad aprire per lui c’è la Jimi Hendrix Experience, solo un esempio della grandezza di un artista che non si è mai risparmiato, cavalcando senza ostacoli mode e decenni. Un monumento, un’istituzione, un personaggio unico. E al cinema il ricordo corre alla sofferta interpretazione in “Vengeance” del 2009, splendido film del maestro Johnnie To.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here