James FREUD – R.I.P.

666

E’ stato ritrovato morto nella sua casa di Hawthorn a Melbourne, il 51enne James Freud (Colin Joseph McGlinchey), dal 1982 cantante/bassista degi australiani The Models (da non confondere con gli omonimi londinesi, brevissima avventura live di alcuni membri che finiranno poi nel gruppo di Adam Ant). Si tratta di suicidio come conferma una nota del management: “James’ battle with alcoholism has been well chronicled. His two books on his recovery and five years’ sobriety were bestsellers and gave a lot of people who were suffering the same affliction comfort and hope. Unfortunately, James has succumbed to his disease and taken his own life this morning”. La sua assenza era stata notata la scorsa settimana alla cerimonia dell’ARIA Hall of Fame. Il chitarrista Sean Kelly aveva giustificato il compagno dicendo che era stato vittima di una caduta dalla bicicletta. Prima di entrare nei Models, Freud aveva militato con discreto successo nei James Freud & the Radio Stars, che si ricordano per aver supportato Gary Numan che li volle produrre in UK per un secondo album (dopo il debutto ‘Breaking Silence’). Cambiarono nome in James Freud & Berlin (vista un’omonimia con un gruppo inglese) e realizzarono ‘Automatic Crazy’. Per quanto riguarda la formazione di Melbourne (con i Boys Next Door/Birthday Party) è stata una delle più importanti realtà della città australiana in ambito punk new wave, anche se certamente più orientati verso sensazioni pop rispetto alle asperità del sound di Nick Cave e compagni. Il loro più grande successo commerciale rimane l’album del 1985 ‘Out Of Mind Out Of Sight˜’.

ET

3 COMMENTS

  1. E’ morto anche il cantante (non so il nome) degli ACTION, grandissima band mod dei sixities.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here