Isis @ Circolo degli Artisti [Roma, 6/Giugno/2007]

556

Causa disguido mi sono perso gli Oxbow. Mannaggia! Ma anche no! Mi ero informato su questo gruppo Hydrahead prima di andare al concerto, dopo aver sentito un pezzo solo speravo di non dover fruire mai più della loro proposta. La Hydrahead sta in fissa con la musica noiosissima, come gli Oxbow. Che è diversa dalla musica noiosa, noiosi possono essere i Pelican, i quali però hanno il loro foltissimo seguito e possono piacere vuoi perchè hanno delle melodie orecchiabili vuoi perchè nel 2007 i più grandi consumatori di droghe leggere sono i metallari e come sottofondo musicale non possono sopportare il reggae. Preferiscono abusare di tempi ancora più lenti, distorsioni pesantissime, e cura maniacale per i suoni (almeno su disco). Da qui l’assioma: “i gruppi alla Isis (anche se sarebbe più corretto dire alla Neurosis) sono il reggae dei metallari”. Vabbè insomma il club è stracolmo, quasi neanche riesco a farmi strada verso il palco, quando entrano gli headliner, il pubblico urla fomentatissimo al solo vederli. PREMESSA: a me gli Isis non piacciono. E dopo averli visti dal vivo ho deciso che sono tra i miei gruppi Spreferiti. Quando sento parlare di ensemble cosiddetti post-hc dalla gente e dagli amici partono tutti con sproloqui su quanto sono belli gli Isis, su quanto sono belli i suoni degli Isis e quant’altro. Personalmente credo che in questo ambito musicale i lavori migliori li abbiano fatti i Cult Of Luna sia dal punto di vista dei suoni, degli arrangiamenti, e soprattutto dal punto di vista delle strutture dei pezzi. E non voglio calcolare gli Old Man Gloom che forse è meglio considerare più come un gruppo sludge di persone completamente pazze. Che poi tutto il concerto degli Isis è stato in funzione delle loro strutture: 5 minuti e mezzo di strumentale tranquillo con qualche parola in mezzo e 40 secondi finali di apocalisse che non posso assolutamente criticare, perchè le loro apocalissi sono veramente potenti, ma ieri sera lo sono state un po’ meno. Forse sarà anche per questo che non mi hanno fatto impazzire. Ma alla fine il mio commento non conta nulla. L’importante è quello che pensa il pubblico vero, che non deve scrivere una recensione il giorno dopo. Quello che solo ogni tanto (purtroppo) va ad un concerto, e quel pubblico è impazzito. Nonostante le pose da nu-metallari che hanno sul palco sono piaciuti, nonostante le suddette pose sembrassero studiate a tavolino per essere attuate a quel preciso minutaggio delle canzoni sono piaciuti, nonostante l’ultimo disco sia una ciofeca totale sono piaciuti, ergo: forse io di questo gruppo non c’ho capito nulla. Forse… (evviva la sincerità! ndr)

Andrea Di Fabio

1 COMMENT

  1. sì nn ci hai capito nulla mi sa…e soprattutto nn hai capito nulla degli OXBOW.Prima di criticare certi gruppi con i coglioni quadri come loro ascoltali un pò meglio se devi recensirli.Hai fatto la figura di “quelli che ai concerti ci vanno una volta ogni tanto”

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here