Henry McCullough – RIP

470

Scompare a 72 anni un altro gigante: Henry Campbell Liken McCullough. Nord irlandese di Portstewart, straordinario chitarrista, nella seconda metà degli anni ’60, dopo numerose esperienze “giovanili”, lo ritroviamo negli Eire Apparent, con un solo album all’attivo prodotto da Jimi Hendrix che compare anche nel disco. Nel 1968 eccolo nei Sweeny’s Man (il folk rock a caratteri cubitali) quindi con Joe Cocker (a Woodstock c’è!), negli Spooky Tooth e nel 1971 entra nei meravigliosi Wings di Paul McCartney (chi non conosce almeno un disco di questa band può tranquillamente cliccare altrove) con i quali rimane un paio d’anni (il solo di ‘My Love‘ rimane scritto nei libri di storia…). I fan dei Pink Floyd non lo dimenticano (si ascolti ‘Money’) così come quelli di Donovan, Marianne Faithfull, Dr. Feelgood (sostitusice il “nostro amico” Wilko), Eric Burdon, Frankie Miller e via ancora così per una lista infinita.

Paul McCartney

“I was very sad to hear that Henry McCullough, our great Wings guitarist, passed away today. He was a pleasure to work with, a super-talented musician with a lovely sense of humour. The solo he played on ‘My Love’ was a classic that he made up on the spot in front of a live orchestra. Our deepest sympathies from my family to his.”

– Paul

Condividi
Articolo precedenteMoving Units: il nuovo album
Articolo successivoMelvins

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here