Happy birthday David Bowie

909

Non capita così spesso di festeggiare un compleanno con il numero fisso a 69. Solitamente preferisco celebrare la “cifra tonda”, che segna un traguardo raggiunto, che fa sicuramente più “scena”, che probabilmente simboleggia qualcosa di importante, di molto importante. Ma converrete con me che David Bowie rappresenta (da sempre) un’eccezione. Il più grande e incredibile artista vivente nasce l’8 gennaio 1947 al 40 di Stansfield Road a Brixton. Oltre mezzo secolo di letteratura, di scrittura, di musica, di arte, di profonda influenza nel costume e nella società, nella moda e nello stile. Un’icona senza precedenti, David Robert Jones non ha infatti intaccato il magnetismo che lo contraddistingue fin dagli esordi che per convenienza discografica (ordine mentale) datiamo al 1 giugno 1967, anno in cui viene pubblicato il debutto su Deram ‘David Bowie’. Impossibile scrivere ancora di questo gigante. Negli anni si sono susseguiti (con successo) fiumi di libri, di testi (alcuni realmente sacri), di analisi e tributi, tomi fotografici e antologie. Per non parlare della sezione “legacy and influence” che lo colloca alla testa dei pionieri, degli artisti seminali, dei nomi senza tempo. Il biografo Thomas Forget sintetizza così la grandezza: “Because he has succeeded in so many different styles of music, it is almost impossible to find a popular artist today that has not been influenced by David Bowie”. Impossibile appunto. Pensare anche lontanamente di tracciare una mappa delle correlazioni musicali. Impossibile tutto. Soprattutto alla luce di un presente che lo vede ancora splendido protagonista con un nuovo album miracoloso, commovente, straordinariamente ambizioso e complesso. Credetemi non c’è enfasi in queste parole che scrivo a cuore aperto, c’è solo un grande rispetto verso un artista che ha rappresentato tanto nella mia crescita personale e professionale, un’autentica moral guidance. Perchè non è solo un fatto di semplice quanto dopotutto inutile collezionismo, non è una dimostrazione di possedere o aver posseduto, non ritorna utile fare il gioco delle figurine mancanti, si tratta di aver avuto da questo lungo incontro l’anima arricchita. Una rarità. Sono davvero pochi gli artisti che possono permettersi simile dono. David Bowie è uno di questi. Il compleanno numero 69 è allora ancora più esclusivo perchè il ragazzo inglese ci regala il suo album numero 28. ‘Blackstar’ o solo con la stellina nera, sul quale tutto è già stato detto e scritto. Ci asteniamo perciò da analisi snob che hanno il solo/solito intento di fare banale dimostrazione di erudizione storiografica copia-incollata chissà dove. David Bowie va piuttosto “vissuto”. Per questo di seguito ho compilato una lista di 69 canzoni (ideali candeline da spegnere tutti assieme, in ordine alfabetico e linkate) che hanno un posto speciale nei ricordi di una vita. 69 brani che affrescano in maniera assolutamente personale (non è – sia chiaro – un best of) il percorso della stella più grande. Happy birthday Signor Bowie. Con affetto Emanuele Tamagnini.

  1. Absolute Beginners
  2. All The Young Dudes
  3. Andy Warhol
  4. As The World Falls Down‬
  5. Ashes To Ashes
  6. Be My Wife
  7. Because You Are Young
  8. A Better Future
  9. The Bewlay Brothers
  10. Blackstar
  11. Black Tie White Noise
  12. Blue Jean
  13. Cat People (Putting Out Fire)
  14. Changes
  15. China Girl
  16. Cygnet Committee
  17. Dead Man Walking
  18. Dollar Days
  19. Drive In Saturday
  20. Fame
  21. Five Years
  22. Glass Spider
  23. Hallo Spaceboy
  24. Heroes
  25. I’m Afraid Of Americans
  26. I’ve Been Waiting For You
  27. The Jean Genie
  28. Kooks
  29. Lady Grinning Soul
  30. Let Me Sleep Beside You
  31. Let’s Dance
  32. Life On Mars?
  33. Little Wonder
  34. Liza Jane
  35. Love You Till Tuesday
  36. The Man Who Sold The World
  37. Moonage Daydream
  38. New Killer Star
  39. Oh! You Pretty Things
  40. Outside
  41. Rebel Rebel
  42. Rock’n’Roll Suicide
  43. Sell Me A Coat
  44. Seven
  45. Silly Boy Blue
  46. Slip Away
  47. Sound And Vision
  48. Space Oddity
  49. Starman
  50. The Stars (Are Out Tonight)
  51. Station To Station
  52. Suffragette City
  53. Teenage Wildlife
  54. This Is Not America
  55. Thursday’s Child
  56. Tumble And Twirl
  57. Under Pressure
  58. Up The Hills Backwards
  59. Velvet Goldmine
  60. Volare
  61. Warszawa
  62. We Are The Dead
  63. When I Live My Dream
  64. Where Are We Now?
  65. White Light / White Heat
  66. Word On A Wing
  67. You Belong In Rock’n’Roll
  68. Zeroes
  69. Ziggy Stardust

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here