Glen Campbell – RIP

351

Ad aprile era stato protagonista di una nostra copertina per la rubrica Up & DownGlen Travis Campbell e il suo ultimo disco (‘Adiós’) sei anni dopo la terribile diagnosi. Una lunga battaglia contro e al fianco dell’Alzheimer conclusa purtroppo l’8 agosto a Nashville all’età di 81 anni. Scompare così uno dei più grandi e luminosi artisti americani di sempre. Una voce unica, un chitarrista eccezionale, un autore mirabile. 50 anni di carriera, quasi 70 album di studio, membro della Wrecking Crew (la leggendaria band di musicisti di studio), ha collaborato anche con i Beach Boys (touring member tra il 1964 e il 1965, suona in ‘Pet Sounds’). Il compianto artista dell’Arkansas è stato anche un perfetto conduttore televisivo, celebre rimane il “The Glen Campbell Goodtime Hour” (69-72), ma anche un discreto attore. Poi nel 1975 il colpo di coda con il leggendario brano ‘Rhinestone Cowboy’ considerato il più grande pezzo country di sempre. Negli anni ’80 un inevitabile declino poi nella decade successiva eccolo inaugurare il Glen Campbell Goodtime Theatre a Branson nel Missouri. Nel 2011 l’ultimo disco “inedito” ‘Ghost on the Canvasnel quale vengono ospitati anche Billy Corgan, Paul Westerberg e Jakob Dylan. Addio cowboy.

It is with the heaviest of hearts that we announce the passing of our beloved husband, father, grandfather, and legendary singer and guitarist, Glen Travis Campbell, at the age of 81, following his long and courageous battle with Alzheimer’s disease

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here