Crash Box @ Traffic [Roma, 8/Novembre/2008]

544

Anche questa reunion si è rivelata una grandissima delusione. Tra le leggende degli anni ’80 sono pochi quelli che si salvano ed in questa scialuppa, non hanno trovato posto neanche i Crash Box. I milanesi sul palco proprio non sono riusciti ad avere l’impatto che ci si aspettava sia come presenza scenica che, soprattutto, come doti vocali. Sicuramente hanno emozionato chi se li sentiva in gioventù, o in quell’epoca, ma nonostante il locale fosse quasi pieno, la maggior parte del pubblico è rimasta un po’ fredda di fronte al palco. Onori e gloria a quei pochi che, comunque, sono rimasti per tutto il loro set a supportarli e a cantare.  Reazione contraria ha avuto la gente durante lo show dei 4th Sin. Era da un po’ che non suonavano a Roma, e, la logica conseguenza, è stata un’ammucchiata della durata di mezz’ora. Sotto lo stage botte da orbi, pugni, calci in faccia, circle pit, singalong come se piovesse,  mosh… insomma grandissime danze come non si vedevano da un sacco di tempo e come solo pochi gruppi nella capitale riescono a scatenare. Nel delirio c’è stato spazio anche per una partecipazione al microfono di Massimo Bredalebadula su ‘Non Penso Positivo’, una cover dei Negative Approach e ‘Ace Of Spades’ nel bis. Gente nuova e gente vecchia per una band che trova dal vivo la sua dimensione perfetta e che non è ancora mai riuscita a deludere. In apertura c’erano i meneghini One Family ma non sono riuscito a coprirli… Mille scuse.

Andrea Di Fabio

1 COMMENT

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here