Caroline Crawley – RIP

1237

Dopo una lunga malattia è morta Caroline Crawley, cantante raffinatissima (tra Kate Bush e Liz Fraser) che lega il suo nome a quello degli Shelleyan Orphan e ai This Mortail Coil di ‘Blood’ (disco nel quale appare anche nella cover ‘Late Night’ di Syd Barrett). Un’avventura quella condvisia con Jemaur Tayle iniziato nel 1980 da Bournemouth, un magnifico progetto di chamber-pop neo classico che stupisce Geoff Travis della Rough Trade pronto nel 1987 a farli esordire con ‘Helleborine’. Due anni dopo ‘Century Flower’ impressiona Robert Smith che li vuole in tour a supporto dei Cure (periodo nel quale la Crawley inizia una relazione con il batterista Boris Williams). Dopo il terzo album la Crawley e Tayle si separano. La cantante formerà i Babacar (proprio con Williams e membri dei Presence) prima di essere raggiunta dallo stesso Tayle. Nel 2000 eccoli tornare attivi con la partecipazione nel disco tributo a Tim Buckley ‘Sing a Song for You: A Tribute to Tim Buckley’. Sedici anni dopo l’ultimo album nel 2008 la One Little Indian pubblica ‘We Have Everything We Need’.

It is with deep sadness and sorrow that my dearest oldest mate in life and music passed away today after a long illness. please play our music very loud today. JT

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here