Bud Spencer Blues Explosion @ Traffic [Roma, 27/Ottobre/2008]

1112

Una mite e buia notte di un Lunedì di Ottobre fa da cornice alla presentazione del primo vero album dei Bud Spencer Blues Explosion, album intitolato ‘BSBE’… lascio a voi la difficile decodificazione di questo acronimo! Gruppo totalmente romano formatosi nel Gennaio del 2007 dall’unione dell’estro di due persone: Adriano Viterbini (chitarra e voce) e Cesare Petulicchio (batteria e voce). Il concerto è stato un’ora abbondante (incluso il bis) di carica ed atmosfere blues alle quali il pubblico underground capitolino non è normalmente abituato. La scaletta, composta da brani nuovi e già ascoltati, ha lasciato spazio a due gradite sorprese. La prima riguarda una tranquillissima e lentissima cover della terribile ‘Territorial Pissings’ dei Nirvana, con la presenza alla voce della cantautrice della squadra di Altipiani Rock Nathalie, figura minuta ma voce spaventosa! La seconda riguarda invece un pezzo dal sapore pop-eggiante incluso nel disco che vanta la partecipazione di Valentina Lupi, anch’essa cantautrice di quella stessa scuderia. Il susseguirsi dei brani è in perfetto stile blues, inizio e fine quasi improvvisati, con l’aggiunta di linee chitarristiche sintetiche ed a tratti geniali anche se a volte purtroppo si ha la sensazione che Viterbini trascini con il suo grande talento il meno dotato Petulicchio… non c’è poi tanto da stupirsi sapendo che il chitarrista in questione è un turnista professionista. Ma in alcuni momenti viene naturale avvertire la disparità di feeling con lo strumento che separa il duo… ciò non toglie che ogni singola nota ed ogni singolo colpo del concerto siano suonati con una notevole passione ed intensità, pochi fronzoli, e molto impatto sonoro. Il pubblico del locale è in formato “Lunedì sera”, l’attenzione è stata alta ma il coinvolgimento ha latitato, pensando forse alla sveglia che l’indomani sarebbe suonata piuttosto presto. Verso la fine della performance arrivano due delizie: la cover di ‘Hey Boy Hey Girl’ dei Chemical Brothers, e l’originalissimo brano dal titolo ‘Blues Di Merda’, che hanno fatto partire un discreto headbanging. Considerando anche il ridotto costo dell’evento, 2 euro, si può tranquillamente dire che è stato un piacevolissimo modo di trascorrere un Lunedì sera.

Gabriele De Angelis