British Sea Power: il nuovo album

569

Chi segue queste pagine da oltre un decennio sa bene quanta stima lo scrivente nutra per i mai troppo considerati e/o incensati British Sea Power. Da sempre fuori dal “grande giro”, dalla patina dei magazine musical-gossippari, dall’attenzione generale diretta a nuovi fenomeni usa e getta, da hipsterismi ingiustificati e barbe incolte da carcerazione. Il 1 aprile la Rough Trade pubblica il quinto album (escluse colonne sonore) dal titolo ‘Machineries Of Joy’ che verrà supportato da un tour UK.  Il disco è stato registrato tra le montagne del Galles del Nord e la natia spumeggiante Brighton: We’d like to think the album is warm and restorative. Various things are touched on in the words Franciscan monks, ketamine, French female bodybuilders turned erotic movie stars. The world often seems a mad, hysterical place at the moment. You can’t really be oblivious to that, but we’d like the record to be an antidote – a nice game of cards in pleasant company”. Per il sestetto si tratta del seguito del sottovalutato ‘Valhalla Dancehall’ uscito nel 2011, senza dimenticare la serie di EP dello scorso anno chiamata ‘BSP 1-6’ dalla quale probabilmente è stato estrapolato qualche pezzo proprio per completare il ritorno discografico. ASCOLTA ‘Machineries Of Joy’

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here