Beach Slang – A Loud Bash of Teenage Feelings

305

A pensarci e ripensarci bene il secondo disco dei “giovani” Beach Slang è una bomba fragorosissima. Uno di quei dischi che te lo fa venire duro anche in periodi di stanca, che per certi versi rinconcilia con un “genere” oggi meravigliosamente massificato verso il basso. Il power trio di Philadelphia invece mantiene alta la bandiera concedendosi il lusso di bissare in breve tempo una pubblicazione discografica a quasi cinque stelle, grazie alle taglienti detonazioni a dimenarsi ballerine tra classico punk-rock e richiami all’alternative ’90. Dunque c’è tutto: abrasioni, voce rugosa, melodia, giri di chitarra pix(i)elati, attitudine e ovviamente tanta fottuta potenza. Quando i Replacements sobri incontrano a cena i migliori Jawbreaker e si mettono a parlare del futuro che verrà. Dopo l’ascolto disinfettare con cura. (ET)

Polyvinyl Records

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here